fbpx

Cosa vedere a Cordoba in 2 giorni

di Michele Suraci

È stata la Città sede del Califfato durante la dominazione Islamica, solo questo può farti capire quante cose ci sono da vedere a Cordoba, a partire dalla maestosa Mezquita, la moschea-cattedrade, che da sola vale la visita della città. Immagina cosa doveva essere in quel periodo. Oppure, ancora prima, quando i Romani vi si stabilirono e l’Imperatore Augusto proclamò Cordoba Capitale Betica, una delle tre province romane della Spagna del II Secolo a.c.

Cosa vedere a Cordoba

 

Cosa vedere a Cordoba, la mappa dei luoghi di interesse

In questa mappa ti ho riportato tutto quello che ho visto in due giorni di visita a Cordoba. Ovviamente come dico sempre, questa è una traccia e non vuol essere in nessun modo un elenco esaustivo delle cose da vedere e fare, che dipendono principalmente dai tuoi interessi.

 

Cosa vedere a Cordoba, La grande Mezquita

Della Mezquita di Cordoba potrei parlarti con decine di articoli, citando testi di approfondimento scritti da esperti della materia, ma non è il mio mestiere. Quello che mi sento di dirti da osservatore è che un monumento così maestoso e allo stesso tempo così minimalista è un’opera unica, visibile solo qui e per questo è una tappa imperdibile della visita di Cordoba e di tutta l’Andalusia. Il sito su cui è costruita la Mezquita era un luogo di culto già prima della sua costruzione, che iniziò nell’VIII secolo d.c., infatti nel VI secolo c’era una Basilica Visigota.

Mezquita de Cordoba - Il grande Palmeto fatto di archi colorati - Cosa vedere a Cordoba

Mezquita de Cordoba – Il grande Palmeto fatto di archi colorati

Abd ar-Rahman I ad acquistare la basilica per costruire la prima parte più antica della Moschea, edificata nell’anno 784d.c. poi successivamente ampliata negli anni seguenti portandola sostanzialmente alla forma di oggi, ad esclusione della cattedrale cristiana costruita al suo interno in epoca più recente, intorno al XVI secolo.

Il Mihrab sotto la grande Maksura

Il Mihrab sotto la grande Maksura

Centinaia di archi che rappresentano idealmente un fitto palmeto ti guideranno all’interno della Mezquita di Cordoba fino al punto più spettacolare. Ti troverai sotto la Cupola della Maksura sorretta degli archi a ferro di cavallo finemente decorati e davanti al meraviglioso Mihrab, un imponente portale rivestito con circa 1600kg di tessere d’oro che furono donate dall’Imperatore cristiano Bisanzio Nicefero II.

Da non perdere l’ascesa alla Torre Campanaria ( va prenotata per tempo ) che offre bellissimi affacci su tutta la città e in particolare anche sul Patio de Los Naranjos,  cortile interno della moschea.

Patio de Los Naranjos - Cosa vedere a Cordoba

Patio de Los Naranjos

Essendo uno dei monumenti più visitati non solo dell’Andalusia, ma di tutta la Spagna, è praticamente obbligatorio prenotare l’ingresso. Per l’accesso interno e l’ascesa della torre, tutte le informazioni le trovate sul sito ufficiale della Mezquita-Catedral de Cordoba

Alcazar de Los Reyes Cristianos

Se dovessi indicare un luogo in tutta l’Andalusia dove osservare le testimonianze dell’alternanza della presenza di popoli come la civiltà Romana, Araba e Cristiana, questo sarebbe sicuramente l’Alcazar de Los Reyes Cristianos. Dai resti di un antico palazzo moresco il re Alfono XI fece costruire nel XIV secolo questo splendido palazzo-fortezza.

I giardini dell'Alcazar de los Reyes Cristianos

I giardini dell’Alcazar de los Reyes Cristianos

Oltre alla sua bellezza, ci sono due cose che lo rendono speciale. La prima è un evento passato, proprio qui infatti Cristoforo Colombo prese parte al celebre incontro con la coppia Reale Fernando e Isabella, nel 1486. La seconda sono gli splendidi mosaici romani, ritrovati in profondità della Plaza de la Corredera negli anni ’50.

Particolare del mosaico Romano

Particolare del mosaico Romano

Tutte le informazioni pratiche e la prenotazione dei biglietti, li puoi trovare sul sito ufficiale dell’Alcazar

Baños del Alcazar Califal

Prima di lasciare la zone dell’Alcazar, non molto distante puoi trovare questo importante stabilimento termale del X secolo. Al suo interno c’è un percorso informativo con tutta la storia del sito, la sua origine e l’imponente restauro. Nel periodo estivo è gratuito dopo le 18. Ti consiglio sempre di verificare gli orari perché le cose nel tempo possono cambiare, puoi farlo sul sito ufficiale del Baños del Alcazar Califal.

Perticolare dell'interno - Baños del Alcazar Califal

Perticolare dell’interno – Baños del Alcazar Califal

Cosa vedere a Cordoba, Museo Julio Romero Torres

Questo piccolo museo d’arte è sicuramente il modo migliore per avvicinarsi alla cultura locale degli abitanti di Cordoba. Il pittore è molto amato forse anche perché aveva una passione infinita per il Flamenco. Passione che si ritrova in molte delle sue opere, anche dei vari periodi della sua creatività.

Ingresso del Museo Julio Romero Torres

Ingresso del Museo Julio Romero Torres

Info Museo Julio Romero Torres

Patios de Córdoba, Calle San Basilio

Nella mappa he vi riporto di seguito ci sono alcuni dei “Patios” che ho visitato e che rientrano sicuramente tra le cose da vedere a Cordoba. La Calle San Basilio e le vie circostanti sono ricche di questi cortili tenuti gelosamente fioriti dai proprietari.

 

Si visitano semplicemente entrando e chiedendo permesso. Troverai la proprietaria o chi per lei ansiosa di raccontarti la storia del suo giardino. Ricordati di lasciare un’offerta prima di andare via.

Un Patio nella Calle San Basilio - Cosa vedere a Cordoba

Un Patio nella Calle San Basilio

Medina Azahara, 8Km a ovest di Cordoba

Questo sito storico è imperdibile, se stai facendo un tour in Andalusia, arrivando o ripartendo verso Siviglia, Medina Azahara vale sicuramente la sosta. Questa città-fortezza fu costruita nel X secolo per mano del califfo Abd ar-Rahman III. Una leggenda narra che il califfo la fece costruire in onore alla sua moglie preferita Az-Zahra.

Medina Azahara - Cosa vedere a Cordoba

Medina Azahara

Attualmente solo una piccola parte è stata restituita alla luce, ancora molto c’è da scavare. E’ curioso che i lavori per la sua costruzione durarono più di 35 anni, ma la città ebbe una vita molto breve, all’incirca lo stesso tempo che servì per costruirla infatti, intorno al 1013, iniziarono i primi saccheggi per mano dei soldati berberi.

Medina Azahara - Un particolare dell'interno

Medina Azahara – Un particolare dell’interno

Oggi ha ritrovato in parte il suo splendore con l’opera continua di restauro, si visita acquistando i biglietti presso il museo adiacente al grande parcheggio. Dal museo un bus navetta collega in soli 5 minuti il vero e proprio sito storico che si visita percorrendo un itinerario obbligato.

Info e prenotazioni sul sito ufficiale di Medina Azahara

Sito dell’Ente del turismo di Cordoba

Per qualsiasi altra informazione mi puoi contattare dalla Pagina Contattami e contemporaneamente puoi fare un salto sul Sito Ufficiale del turismo di Cordoba. Sono molto efficienti, pensa che in questa pagina tengono aggiornato un file con gli orari di apertura e chiusura di tutti i siti più importanti della città.

Dove dormire a Cordoba

Cordoba è una grande città e offre ogni genere di sistemazione, per ogni tipo di budget. Io ho optato per la famosa catena spagnola Soho Boutique Hotels, che offre un ottimo rapporto qualità prezzo, fornendo servizi generalmente di alto livello. A Cordoba ce ne sono quattro, io ho dormito in quello posizionato in Avenida de America. Sulla terrazza c’è anche una piccola piscina.

 

 

RIMANIAMO IN CONTATTO!

Mi piacerebbe aggiornarti con le ultime novità dal blog 😎

Seleziona lista (o più di una):

NON INVIO SPAM! Leggi la nostra l'Informativa sulla privacy per informazioni.

Commenta qui