Cratere Ngorongoro, Tanzania – I Viaggi di Michele

di Michele Suraci

Il Cratere Ngorongoro è uno dei luoghi che ricordo con più affetto di tutta la Tanzania. Non è certo una leggenda o un falso mito, dopo che hai visto l’Africa, soprattutto quella Australe, porterai sempre dentro di te un forte desiderio di tornare.

cratere ngorongoro

Zebre assetate nel Cratere Ngorongoro

Ngorongoro Conservation Area è una vasta zona che oltre all’omonimo cratere, comprende una vasta zona naturale che si estende per più di 8.300 Kmq oltre a essere Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Cratere Ngorongoro, Come Arrivare

 

Il cratere della Tanzania è situato 155Km a nord dal Tarangire National Park e 186Km ad ovest da Arusha, il punto di partenza dei safari all’interno dei grandi parchi del nord della Tanzania. Arusha dista 55km dal Kilimanjaro Airport, servito da alcune compagnie aeree internazionali. Percorrendo proprio da Arusha la statale B144 verso ovest si raggiunge dopo circa 2 ore il Lake Manyara NP, Il Cratere Ngorongoro si trova sulla stessa strada proseguendo ancora per un’ora.

cratere ngorongoro - Lake Manyara - Tanzania

Lake Manyara – Tanzania

Guidare su questa strada è una esperienza e vale il viaggio. Si inizia a salire, sulla sinistra si ammira la vastità di Lake Manyara. Dopo un pò la strada asfaltata finisce e si trasforma in una pista rossa in terra battuta. Cambia anche la vegetazione, dal bush della savana si passa alla foresta pluviale con alberi altissimi e liane naturali.

Alla fine di questa salita che mette a dura prova i mezzi, sull’orlo del cratere, si apre una radura. Qui il panorama ti lascia senza respiro. La foresta pluviale è si è trasformata nuovamente in savana che ricopre tutta la caldera Ngorongoro. Valgono le leggi della natura, mentre si osserva con commozione il tramondo sul cratere, in lontananza si sentono i rumori dei predatori di grandi felini, una scena di caccia si sta consumando da qualche parte di fronte a noi.

cratere ngorongoro

Cratere Ngorongoro

Ngorongoro Conservation Area – Cosa Vedere

Nonostante questo grande cratere in Tanzania dia la possibilità di partecipare a safari considerati tra i più belli d’Africa, non è l’unica attività praticabile. Nel parco Ngorongoro è possibile dedicarsi anche alla cultura dal popolo Masai e alla storia di tutta l’umanità.

La Caldera Ngorongoro

L’attrazione principale di questa vasta area è sicuramente la caldera. Almeno una giornata va dedicato a un safari all’interno del Cratere. Voglio darvi un po’ i numeri: il cratere ha un diametro di 20 km, una profondità di 600 m e una superficie di 300 kmq. E’ uno dei luoghi con la più alta concentrazione di animali al mondo. I numeri parlano di oltre 25.000 capi presenti nel solo cratere Ngorongoro. Principalmente gnu, zebre, iene, elefanti e leoni.

In questo ambiente riescono ancora a convivere alcune tribù Masai che, abbandonato ormai il loro antico e glorioso ruolo di guerrieri, oggi si occupano principalmente di pastorizia e sporadicamente di caccia.

Gole di Olduvai

Anche le Gole di Olduvai (Oldupai Gorge), si trovano nella Ngorongoro conservation area. Vengono definite come la “Culla dell’Umanità” a causa degli importanti ritrovamenti dei resti di ominidi datati circa 1,65 milioni di anni. La teoria più accreditata dal mondo scientifico è che proprio in questa zona l’Homo Erectus si è evoluto in Homo Sapiens. L’essere umano come lo conosciamo oggi è nato qui, in queste gole.

Cratere Ngorongoro - Gole di Olduwai

Lago Natron

Posto all’estremità nord est della Ngorongoro Conservation Area, in adiacenza al confine con il Kenya, il Lago Natron è il luogo ideale per gli amanti della fotografia naturalistica. Centinaia di fenicotteri rosa si nutrono e vivono in queste acque. Da qui inoltre si possono fare molte escursioni e safari circondati da un panorama sconfinato e desolato.

Fenicotteri Rosa Lake Natron

Fenicotteri Rosa Lake Natron

Karatu

Per avvicinarsi alla cultura Masai moderna, valutate se fermarvi un’ora in questo villaggio. I campeggiatori pernottano qui utilizzando Karatu come base di partenza per i safari. Anche gli appassionati della fotografia di ritratto non rimarranno delusi.

Il Villaggio di Karatu - Tanzania

Il Villaggio di Karatu – Tanzania

Cratere Ngorongoro, quando andare

Il periodo migliore per i safari nel Cratere Ngorongoro va da Giugno ad Ottobre, nella stagione secca. Durante le piogge potrebbe essere difficoltoso o impossibile salire sul cratere a causa della presenza del fango. Durante la stagione secca si avvistano facilmente predatori e prede. L’erba è bassa e le pozze d’acqua scarseggiano e quindi gli animali si concentreranno maggiormente attorno a quei pochi punti d’acqua rimasti.

VI potrebbe interessare anche questo articolo su come organizzare un Safari in Tanzania.

Per altre informazioni vi rimando al sito ufficiale dell’autorità che gestisce la Ngorongoro Conservation Area.

Salva

Salva

close

RIMANIAMO IN CONTATTO!

Mi piacerebbe aggiornarti con le ultime novità dal blog 😎

Seleziona lista (o più di una):

NON INVIO SPAM! Leggi la nostra l'Informativa sulla privacy per informazioni.

Commenta qui